Progetto - Effetto Venezia

Livorno (I), 2006

Una via d’acqua lunga 100 metri e larga cinque deve essere “lastricata” con 12.000 mattoni in vetro. La portata del selciato in tal modo sembra trovare una continuazione sulla superficie dell’acqua rinforzata. Tuttavia ogni colpo d’aria sposta l’acqua, cioè l’elemento portante, e insieme ad essa mette in moto i mattoni in vetro. La rifrazione della luce accentua l’effetto della trasparenza e della penetrabilità del materiale. Attraverso i mattoni in vetro viene istituito un collegamento tra la solidità dell’architettura e la cedevolezza di un elemento naturale piegato a uno scopo architettonico.